Regione Friuli-Venezia Giulia

Sito Test - Zona Industriale Ponte Rosso (ZIPR)

Il sito test è ubicato nella regione Friuli-Venezia Giulia nel comune di San Vito al Tagliamento (PN), all’interno della zona industriale di Ponterosso nella Bassa Pianura Friulana occidentale. Lo scopo del progetto in questo sito è quello di mettere a punto delle metodologie che vadano a migliorare la qualità delle acque di scarico industriale già trattate, in modo da renderle idonee per la ricarica artificiale. 
L’area è caratterizzata in superficie  da materiali prevalentemente ghiaiosi (GS) con una fascia di depositi sabbioso-ghiaiosi (SG) che passa a Sud a depositi più fini limoso-argillosi (M). Sulla base dei dati raccolti in bibliografia la permeabilità delle ghiaie è stata valutata pari a 5,0•10-1 - 3,0•10-1 m/s e la permeabilità delle sabbie ghiaiose pari a 3,0•10-2 - 4,0•10-3 m/s.
L’area è caratterizzata da un punto di vista idrogeologico da una falda freatica  superficiale, al di sotto della quale si sviluppa il sistema acquifero confinato della bassa pianura formato da una successione di falde artesiane che raggiungono una profondità di oltre 500 metri.

image gallery

 

Sito Test - Mereto di Tomba (UD)

Il sito test è ubicato nella regione Friuli-Venezia Giulia nel comune di Mereto di Tomba (UD). Lo scopo del progetto in questo sito è quello di eseguire delle prove di ricarica artificiale per infiltrazione areale con acqua derivata dal canale Ledra. L’obiettivo è quello di contrastare il progressivo abbassamento della falda freatica che si evidenzia dall’analisi dei dati piezometrici di serie cinquantennali, il cui trend negativo si manifesta nel settore dell’alta pianura in sx Tagliamento, in particolare nell’area di Mereto di Tomba,con un abbassamento medio del livello freatico di 18 cm/anno, che corrisponde ad una perdita di 19,2 * 106 m3/a di acqua.
L’area è caratterizzata in superficie da ghiaie e ghiaie sabbiose debolmente limose con permeabilità stimata sulla base dei dati raccolti  pari a 5 * 10-5 m/s.
Il sito è ubicato nell’Alta pianura friulana che da un punto di vista idrogeologico è caratterizzata dalla presenza di una falda freatica; nell’area di Mereto di Tomba procedendo verso meridione, la falda freatica viene confinata da livelli di conglomerato compatto dando origine a locali fenomeni di falde sovrapposte.

image gallery